Gli incontri di Milano 8°

Domenica 19 ci siamo ritrovati, come di consueto, presso ChiAmaMilano per il nostro incontro mensile.

Il consocio Sergio Piana ci ha illustrato il

Movimento del cassone di un modello di autoarticolato.

Il modello è quello di autoarticolato costituito da motrice e rimorchio che ha già partecipato a varie esposizioni:

La motrice è un modello statico, mentre il rimorchio è dotato della possibilità di alzare e riabbassare il cassone per lo scarico delle merci.

Il movimento è ottenuto utilizzando un motorino con 6 cambi di velocità (alimentazione max 6 volt).

http://www.gammitalia.org/images/stories/immagini_articoli/19-2-2012/sergio002.jpg?1393789887857

 

Questo è dotato di vari rapporti di demoltiplica della velocità di rotazione dell’albero: 60/1; 32/1; 16/1; 12/1; 6/1; 3/1. Il rapporto utilizzato in questo modello è il 3/1.

A valle del motore si trova una cascata di ingranaggi che demoltiplica ulteriormente la velocità di rotazione per renderla adatta al compito a cui è assegnata.

Il rapporto di giri tra il primo ed ultimo ingranaggio è : 2,63 x 57 x 3 x 3 x 5 = 6745,95.

Ad ogni giro completo dell’albero effettore, l’albero che esce dal motore farebbe 6745,95 giri.

Per spostare il cassone dalla posizione di riposo a quella di massima elevazione consentita, l’ingranaggio finale (da 95 denti) si sposta di circa 13 denti e cioè compie 13/95 di giro completo, poco più di 1/7.

Se consideriamo i giri dell’albero motore vediamo che per spostare completamente il cassone l’albero che esce dal motore compie 6745.95:7, circa 964 giri

Il cassone si alza impiegando 47” e discende impiegando circa 45”

L’alimentazione del motore durante i movimenti è di 3,4 volt

L’inversione del moto del motorino avviene in modo automatico sfruttando un albero che trasla avanti ed indietro comandato dal cassone stesso

Su di esso sono montate due bussole dislocate a destra ed a sinistra delle leva di un doppio deviatore elettrico.

All’estremo della salita del cassone, interviene una delle bussole che obbliga la leva del deviatore a cambiare posizione dando luogo all’inversione della polarità di alimentazione del motorino.

Il processo inverso si ha all’estremo opposto del processo, quando il cassone è arrivato a fine corsa l’altra bussola spinge la leva del deviatore a spostarsi invertendo nuovamente la polarità dell’alimentazione.

http://www.gammitalia.org/images/stories/immagini_articoli/19-2-2012/sergio001.gif?1393789975482

Nello schema sono riportati il numero di denti di ciascun ingranaggio, ed il rapporto di ogni acoppiamento.

Lascia un commento