immagine del gruppo

Gli incontri a Milano: I°

Domenica 23-1 si è riunito par la prima volta il gruppo dei meccanisti milanesi – lombardi.

Erano presenti 11 persone e c’era stata l’adesione “morale” di altre tre persone che non avevano potuto intervenire per impegni pregressi, ma sono interessati alla proposta.

Si è deciso di costituire un gruppo locale a cui ovviamente sono invitati tutti gli iscritti al GAMM che desiderassero partecipare che si riunirà per discutere ogni volta un modello portato da un consocio diverso secondo il calendario pubblicato nella pgina del calendario.

 

immagine del gruppo

Il gruppo si riunirà con cadenza circa mensile, in sostanza cercheremo di trovarci 5 volte entro giugno. La sede delle riunioni sarà “ChiamaMilano” uno spazio destinato ad attività culturali che si trova in largo Corsia dei Servi 11, a fianco di Corso Vittorio Emanuele.

Il coordinatore del gruppo sarà Antonio Buonoconto.

Terminato di parlare di questioni organizzative, siamo passati ad esaminare un modello portato da Claudio PisaniSi tratta di un “sequenziatore luminoso con memoria”; in sostanza una serie di demoltipliche fanno si che un motorino elettrico guidi, ad una velocità convenientemente ridotta, un albero che porta quattro camme.

Le camme agiscono su quattro microinterruttori che a loro volta portano tensione ad impulsi sui piedini di due integrati 7474, ognuno dei quali contiene due flip flop.

All’impulso dei primi tre switch uno dei fli flop cambia stato ed abillta la messa in tensione di uno dei tre led posti sul bordo del modello. In questo modo il led si accende e rimane acceso anche quando lo switch si riapre.

immagine frontale del modello

Si ottiene così che un semplice impulso abbia un effetto che dura nel tempo: abbiamo cioè costruito una memoria.

Quando viene chiuso il quarto interruttore questo alimenta il piedino di reset degli integrati e quindi riporta a zero lo stato dei flip flop, ottenendo lo spegnimento dei led.

Questo modello mostra il modo di agire di un circuito che può avere larghe applicazioni nella costruzione di modelli permettendo di guidare motori, luci ed altro con semplici impulsi prodotti dal passaggio di una camma.

Esempi di questo tipo sono l’attivazione di un allarme al passaggio di un qualche oggetto, l’attivazione di un motore alla chiusura istantanea di un contatto eccetera.

immagine laterale del modello

Lascia un commento