Assemblea 2011

Lo scorso 30 gennaio si è tenuta, a Novegro con successo nonostante il blocco del traffico, l’assemblea 2011.

Qui sotto riportiamno il verbale.

Formalità

Sono presenti di persona 16 soci: Hans Francescutto, Antonio Buonoconto, Aldo Martina, Omar Caldara, Sergio Piana, Franco Graniero, Roberto Mombelli, Gianfranco Lotteri, Aldo Rocco, Luciano Bernardi, Sergio Gaiola, Piero Fogaroli, Gabriella Trussardi, Alberto Campiglio, Rolando Piazzoli, Max Ferranti.

Ed 11 sono i soci che hanno inviato una delega: Lucio Borriello, Lucio Brazzatti, Paolo Caravani, Giuseppe Chiambretto, Fabio De Ferrara, Attilio Farina, Nicola R. Gioanetti, Luciano Luppi, Roberto Pensotti, Giuseppe Vercellotti, Carlo Bari.

Per un totale di 27 soci rappresentati.

L’Assemblea si apre in seconda convocazione alle ore 11:45. Constatato il numero legale dei soci presenti, viene nominato segretario dell’Assemblea Alberto Campiglio. Il Presidente Ferranti espone l’ordine del giorno e da inizio ai lavori.

Rendiconto morale

Nel 2° semestre del 2010 abbiamo avuto numerose attività e partecipazioni tra cui si ricorda: visita in Svizzera al museo del giocattolo di Davos e alla fabbrica Stokys con la partecipazione di 4 soci, Esposizione sociale a Novegro con 17 nostri espositori (oltre ai vari francesi) più i soci in visita per un totale di 23 soci, Technorama a Winterthur per il 25° del club svizzero (AMS) con un socio espositore, festa a Mapello per il compleanno di Rolando con 21 presenti, Tuttinfiera a Padova con 3 soci presenti, ExpoModel di Venturina con 3 espositori, riunione natalizia (pizza con 15 commensali). Tutto ciò, più le attività del 1° semestre 2010, configura un anno particolarmente attivo, specie per un Gruppo di ridotte dimensioni come il nostro.

Si segnala la nascita della Sezione Lombarda che si è riunita a Milano il 23 gennaio 2011 c/o Campiglio. Nell’occasione si è deciso un calendario di riunioni da qui a giugno e si è nominato Antonio Buonoconto coordinatore della Sezione; è stato anche reperito un locale di riunione in centro a Milano. Continua inoltre l’attività dei soci piemontesi che si sono riuniti diverse volte nel corso dell’anno.

Il rendiconto viene approvato all’unanimità.

Rendiconto economico

Ferranti e Piazzoli espongono dettagliatamente i dati del bilancio consuntivo del 2° semestre 2010, i cui dati verranno documentati per iscritto con comunicazione a parte. Il bilancio viene approvato all’unanimità.

Attività del bollettino GAMM-news

Tra le spese affrontate c’è la stampa e distribuzione di 3 numeri del bollettino e di un numero del supplemento illustrato “Elettricità ed Elettronica per meccanismi” a cura di Claudio Pisani. I fascicoli sono stati tirati in 60 copie ciascuno ed hanno avuto un notevole miglioramento di stampa e di grafica dal primo al terzo numero.

L’Assemblea decide, per il 2011, di pubblicare 4 numeri tirandoli in 40 copie. Il livello qualitativo sarà pari o superiore a quello del N° 3/2010, e quindi più che dignitoso ed allineato con gli altri bollettini esteri; ma la tiratura sarà ridotta rendendo rigida l’esclusione dei non paganti dalla ricezione del bollettino.

Bernardi ribadisce che comunque l’importante è il contenuto del bollettino più che la veste grafica e suggerisce di prendere in considerazione l’idea di abbandonare il bollettino “cartaceo” a favore di un bollettino “on line”. Piazzoli risponde che la proposta è valida ma va mantenuto in essere il bollettino perché vari soci non sono famigliari con l’uso di Internet.

Assetto societario

Nell’Assemblea del 20 giugno 2010 era stato deciso di mantenere immutato l’assetto del Gruppo come da Statuto del 24.09.1996. Piazzoli nel corso dell’anno ha fatto presente al Consiglio Direttivo che tale assetto non corrisponde più alle nostre mutate esigenze amministrative, appesantendone la gestione; gli è stato quindi dato mandato di consultare un commercialista per esaminare se sia possibile introdurre una semplificazione nell’assetto societario con conseguente semplificazione degli adempimenti di legge. È stato scelto un professionista di Bergamo, e la risposta iniziale è stata che la semplificazione è possibile, ma richiede la chiusura dell’attuale associazione e la fondazione di una nuova, con un nuovo statuto. In pratica si cambierà l’assetto del Gruppo in un’ associazione tipo “amicale”: si semplifica la tenuta della contabilità e non ci saranno più oneri fiscali.

Sarà perciò necessaria una Assemblea sociale Straordinaria, per sottoporre queste modifiche ai soci ed ottenerne l’approvazione. L’ Assemblea verrà convocata non appena pronta la bozza di statuto e di regolamento interno. La sede sociale del Gruppo nel Giugno del 2010 era stata spostata da Vicenza (c/o Bettello) a Mapello (c/o Piazzoli). Si decide di mantenere al momento la sede a Mapello (ogni trasferimento ha un costo), riservandosi l’eventualità di un trasferimento presso il Presidente in carica (Ferranti).

Nomina del tesoriere

Vista la mancanza di candidature e per superare l’impasse Gabriella Trussardi accetta la nomina che viene accolta all’unanimità. Il Presidente ringrazia la tesoriera per aver accettato di proseguire con l’incarico.

Attività previste per il 2011

Viene presentato un elenco di attività per il 1° semestre 2011. Vedere il calendario pubblicato su GAMM News e nell’apposita pagina di questo sito

Quota associativa

Dopo ampia discussione l’assemblea decide di mantenere la quota associativa che pare adeguata a fronte dei previsti 4 numeri del bollettino, del sito che è stato completamente revisionato e delle numerose attività in corso.

Per i nuovi soci si decide sperimentalmente una quota promozionale per il primo anno di iscrizione.

Viene ribadito che i morosi non devono più ricevere il bollettino. Dopo un primo sollecito del Tesoriere, sarà compito del Presidente di tentarne il recupero.

Attività del sito “GAMMItalia”

Campiglio riferisce di aver completato il trasferimento del sito ad un nuovo provider e la concomitante realizzazione della nuova versione del sito. Attualmente è in attesa della registrazione della nuova localizzazione e presume che per fine febbraio il tutto sarà a disposizione degli utenti in generale e degli associati in particolare.

Si ribadisce che il problema principale per la gestione del sito, come d’altronde del bollettino, è il reperimento del materiale da pubblicare e Campiglio propone di mettere sul sito i “vecchi” numeri del bollettino, e di mantenere la pratica di pubblicare un numero sul Web solo quando il successivo esce su carta. L’idea viene approvata.

Campiglio ricorda che, accanto al sito, ha anche aperto un account su DropBox: uno strumento che rende molto più facile ed efficace lo scambio di file all’interno del gruppo. Alla prossima riunione collegiale cercherà di realizzare una dimostrazione pratica di come si usa lo strumento.

Allargamento del gruppo

Si era pensato di effettuare pubblicità sulle riviste dei Lions e del Rotary, ritenendo i soci di questi gruppi un target privilegiato per il Meccano, ma si è dovuto rinunciare per le difficoltà incontrate. Piazzoli contropropone le riviste dei fermodellisti (p.es. I Treni), che hanno sicuramente interessi nella meccanica ed in cui la pubblicità ha costi molto moderati. Buonoconto propone di preparare articoli per le riviste di modellismo generale Tutto Modellismo e Model Time che possono essere un buon “pulpito” da cui farsi conoscere.

Bernardi propone di potenziare l’uso del sito, oltre che per migliorare la comunicazione interna del gruppo per pubblicizzare meglio le sue attività e di potenziare i collegamenti del nostro sito con altri analoghi. Propone inoltre di effettuare pubblicità sui blog dei modellisti su Facebook ecc., a costo zero, piuttosto che a pagamento sulle riviste del settore.

Al Consiglio Direttivo il compito di armonizzare queste proposte. Inoltre il Presidente invierà a tutti i “simpatizzanti” una comunicazione per invitarli ad entrare attivamente nel Gruppo.

Alle ore 14:20 esauriti i punti all’ordine del giorno e null’altro essendovi da discutere, il Presidente dichiara chiusa l’Assemblea.

 

Il segretario dell’Assemblea   Alberto Campiglio

Il Presidente   Max Ferranti